Muhammad-GesuA proposito della figura di Gesรน (๏ทบ) nell'Islฤm

Narrรฒ 'Ubฤdatu ibnu ลžฤmit โ€“ che Dio sia soddisfatto di lui โ€“ che il Messaggero di Allฤh (๏ทบ) disse:

ู…ูŽู†ู’ ู‚ูŽุงู„ูŽ ุฃูŽุดู’ู‡ูŽุฏู ุฃูŽู†ู’ ู„ุงูŽ ุฅูู„ูŽู‡ูŽ ุฅูู„ุงู‘ูŽ ุงู„ู„ู‘ูŽู‡ู ูˆูŽุญู’ุฏูŽู‡ู ู„ุงูŽ ุดูŽุฑููŠูƒูŽ ู„ูŽู‡ู ูˆูŽุฃูŽู†ู‘ูŽ ู…ูุญูŽู…ู‘ูŽุฏู‹ุง ุนูŽุจู’ุฏูู‡ู ูˆูŽุฑูŽุณููˆู„ูู‡ู ูˆูŽุฃูŽู†ู‘ูŽ ุนููŠุณูŽู‰ ุนูŽุจู’ุฏู ุงู„ู„ู‘ูŽู‡ู ูˆูŽุงุจู’ู†ู ุฃูŽู…ูŽุชูู‡ู ูˆูŽูƒูŽู„ูู…ูŽุชูู‡ู ุฃูŽู„ู’ู‚ูŽุงู‡ูŽุง ุฅูู„ูŽู‰ ู…ูŽุฑู’ูŠูŽู…ูŽ ูˆูŽุฑููˆุญูŒ ู…ูู†ู’ู‡ู ูˆูŽุฃูŽู†ู‘ูŽ ุงู„ู’ุฌูŽู†ู‘ูŽุฉูŽ ุญูŽู‚ู‘ูŒ ูˆูŽุฃูŽู†ู‘ูŽ ุงู„ู†ู‘ูŽุงุฑูŽ ุญูŽู‚ู‘ูŒ ุฃูŽุฏู’ุฎูŽู„ูŽู‡ู ุงู„ู„ู‘ูŽู‡ู ู…ูู†ู’ ุฃูŽู‰ู‘ู ุฃูŽุจู’ูˆูŽุงุจู ุงู„ู’ุฌูŽู†ู‘ูŽุฉู ุงู„ุซู‘ูŽู…ูŽุงู†ููŠูŽุฉู ุดูŽุงุกูŽ

ยซChi dice: [Testimonio che non vi sia divinitร  (adorata a buon diritto) all'infuri di Dio, unico senza socio alcuno, e che Moฤฅammed รจ Suo servo e Suo Messaggero, e che Gesรน รจ servo di Dio e figlio di sua madre e parola soffiata verso Maria e spirito da Lui proveniente, e che il Paradiso รจ veritร  e l'Inferno รจ veritร ] Dio lo farร  entrare in Paradiso da quale delle otto porte egli vorrร ยป [Autenticato di comune accordo].

I Sapienti spiegando questo detto sottolineano l'importanza di affermare che sia Moฤฅammed sia Gesรน, che gli elogi divini siano su entrambi, siano servi di Dio e pertanto รจ illecito, in quanto sono essi stessi creature, rivolgere loro l'adorazione e la supplica.

 

Per ciรฒ che concerne la locuzione ยซparola di Dioยป [kalimatu-Hu], essa รจ da intendersi nel senso che Gesรน (๏ทบ) fu creato tramite la Parola di Dio ยซkunยป [Sii ((ูƒู†] e la sua creazione avvenne da madre senza padre, a differenza di tutti i figli di Adamo.

Oltre a ciรฒ, affermare che Gesรน sia servo di Dio e una ยซSua parolaยป, tramite la quale nacque senza tuttavia avere un padre, smentisce al tempo stesso i cristiani, che credono che egli sia Suo figlio e pertanto dedicano a lui parte dell'adorazione, e gli ebrei, che diffamarono e diffamano sua madre (che Dio abbia di lei misericordia) accusandola di esser adultera.

E su tutto ciรฒ Allฤh รจ certamente piรน Sapiente. 

Gabriele Jibril Longo